Quando il massimo della tecnologia è la sua scomparsa

Miniaturizzare per migliorare
Miniaturizzare per migliorare

I prodotti Alcatel Lucent trattati da MR Service sono la testa di ponte tecnologica per quello che riguarda la unified communication e hanno una caratteristica particolare, ovvero sono sempre l’avanguardia tecnologica della comunicazione.
Per fare un discorso più ampio, quando parliamo di usabilità lo facciamo cercando di definire “usabile” una tecnologia nella quale la tecnologia stessa è quasi invisibile: per fare l’esempio di un sito Web, il sito è tanto più usabile quanto più intuitivo e semplice, quindi la tecnologia non si vede seppur presente.
Allora stesso modo le trasmissioni, siano esse radio o via cavo, sono tanto più efficienti quanto capillari e con infrastrutture invisibili, ed è quello che Alcatel Lucent ci dimostra.
“Non deve sorprendere il focus che il colosso franco-americano Alcatel Lucent, erede dei mitici laboratori di ricerca Bell Labs (il luogo di nascita del transistor) mette sull’aspetto infrastrutturale, cioè le reti che stanno supportando e in futuro dovranno supportare miliardi di utenti di servizi mobili a larga banda senza fili.
La vera sorpresa è che il clou della presenza di Alcatel Lucent sarà… la scomparsa dell’infrastruttura. In pratica è questo l’obiettivo di medio termine di lightRadio, una rivoluzionaria architettura di rete e una famiglia di prodotti per trasformare radicalmente le reti mobili. La tecnologia di Alcatel-Lucent permetterà di disaccoppiare le stazioni radio-base, i tralicci di antenne che hanno oltretutto un crescente impatto ambientale sul nostro paesaggio e sui consumi energetici.
Le singole stazioni base di lightRadio spariranno letteralmente nel cloud, mentre le torri delle antenne – oggi diversi milioni nel mondo – saranno sostituite da antenne miniaturizzate, poco più grandi come una palla da baseball e quindi collocabili ovunque, anche su un semplice palo della luce. ” (Fonte)
 
Insomma, la tecnologia per essere evoluta, non si deve vedere.