Skype quotato in borsa

Skype entra in borsa
Skype quotato in borsa

Come si misura il successo di un’azienda? Certamente da due fattori fondamentali ovvero il business che riesce a generare e la soddisfazione intrinseca dei clienti ai quali offre una merce o un servizio.
Se oltre a questi due fattori crea anche uno standard (sia esso comunicativo o di qualsiasi altri tipo) allora l’azienda entra nell’Olimpo di quelle entità produttive che hanno fatto molto di più di un semplice prodotto o servizio.
Pensiamo ad esempio a Microsoft che ha dato i propri sistemi operativi a tutto il mondo o a Google che è diventato IL motore.
Bene, nel campo della comunicazione un’azienda più di tutte le altre si è distinta ed ha fatto qualcosa che nessuno aveva fatto prima, ovvero credere e puntare tutto sul VoIP, e quest’azienda è Skype, che ora sta per essere quotata in borsa:
“L’Ipo (Initial public offering) è attesa nel 2011 partirà da 1 miliardo di dollari, ma gli investitori dovranno aspettare fino all’anno prossimo per il prezzo. (…) Da inizio ottobre Skype ha un nuovo Ceo: Tony Bates, ex manager Cisco. E non è un caso che Bates sia l’ex “astro nascente” di Cisco (come riporta il Financial Times): mentre Cisco vuole sfidare Skype nel consumer, Skype sta provando a cavalcare il mercato business. Bates porta in dote a Skype grande esperienza corporate, dopo essere stato manager nelle divisioni enterprise, commerciale e small business.”
(fonte)
 
Appare chiaro che aziende di questo calibro, come Cisco del resto, tendono non solo a fare profitti e a soddisfare i propri clienti ma a cambiare per sempre e a tutti, il modo di vivere.