Rainbow: quando lo smart working è già in azienda

Si sente molto parlare di smart working in questo periodo delicato per la salute pubblica ma cerchiamo di non cadere nella trappola della paura e del panico. Possiamo però certamente prendere spunto da questo periodo storico per utilizzare al massimo le tecnologie già presenti in azienda.

I nostri clienti infatti ci hanno immediatamente chiesto come poter attivare soluzioni per lo smart working per mettere in contatto persone dello stesso team e farle lavorare insieme anche da remoto.

La prima domanda in realtà è stata: quanto ci costerebbe attivare sistemi con queste funzionalità?

Per tutti i clienti che hanno già attiva la piattaforma Rainbow di Alcatel-Lucent la risposta è stata: niente, avete già tutto per lavorare da remoto e in smart working. Anzi avete anche i numeri di telefono aziendale direttamente sul PC o smartphone compresa la lista delle chiamate fatte / perse / ricevute e la rubrica aziendale.

La risposta è stata incredibilmente positiva ed entusiasta. Vediamo nello specifico come stanno organizzando il lavoro queste aziende e per quali profili di utenti hanno avuto bisogno dello smart working.

Chi sta beneficiando dello smart working tramite Rainbow

PRIMO CASO RISOLTO GRAZIE A RAINBOW

Il primo caso che voglio farti è molto semplice nel suo complesso ma sarebbe stato impensabile attivare lo smart working e permettere di mantenere alto li livello di servizio ad un’azienda di servizi senza l’uso di sistemi per le comunicazioni come Rainbow. Sto parlando infatti di servizi di telecomunicazioni e IT. In pratica il nostro cliente gestisce i call center di diverse grandi aziende nel campo telefonico e informatico. Hanno a regime circa 20 agenti che rispondono ad un call center in due turni di lavoro, mattina e pomeriggio. Il compito degli operatori è quello di ricevere le chiamate e tramite le procedure presenti sui sistemi informatici aiutare l’utente finale a risolvere il problema o aprire un ticket verso il prodotto del prodotto o servizio.

In questo caso era indispensabile avere accesso alle linee telefoniche aziendali per permettere agli operatori di rispondere alle chiamate da casa tramite PC o smartphone. Rainbow infatti collegandosi con le centrali telefoniche di Alcatel-Lucent e di terze parti permette di avere il numero aziendale in mobilità.

Il secondo aspetto fondamentale era quello di continuare a fare le riunioni pomeridiane fra i capi gruppo. In pratica ogni brand gestito dal nostro cliente ha un responsabile interno che si occupa a fine turno di raccogliere tutti i ticket che non sono stati gestiti con successo e ne parla direttamente con l’operatore che ha gestito la chiamata. Se prima bastava riunirsi 10 minuti in un ufficio ora da remoto era troppo costoso e difficile effettuare una riunione di questo tipo. Con i gruppi di rainbow detti Bubble è bastato creare uno spazio per ogni brand ed inserire al suo interno i responsabili e gli operatori. A fine giornata con una semplice chiamata audio e video il team si riunisce e in 10 minuti gestiscono le stesse informazioni come facevano dal vivo. In più ci hanno segnalato che la presenza della chat e con l’invio dei file ogni riunione viene anche registrata per aumentare la qualità del servizio dato andando poi a rivedere i video in un secondo momento per capire se un problema si era già presentato e come era stato risolto.

SECONDO CASO RISOLTO GRAZIE A RAINBOW

Il secondo caso in cui rainbow è risultato fondamentale per la gestione del lavoro da remoto è quello di una realtà un po più complessa nel settore industriale. In questo caso infatti sono presenti una serie di lavoratori che operano fisicamente sui prodotti venduti e che non possono quindi per forza di cose effettuare il lavoro da remoto. C’è però tutta una parte di personale amministrativo e commerciale che invece ha potuto remotizzare tutto il lavoro quotidiano.

Gli uffici amministrativi comprese le centraliniste hanno a disposizione tutte le funzionalità che avevano tramite i telefoni fissi anche su PC. L’impiegata che gestisce le chiamate in ingresso non fa altro che rispondere dal PC e passare le chiamate al collega solo se lo vede libero nella lista dello stato degli utenti. In quel caso invece di usare i tasti del telefono usa un mouse per spostare la chiamata da se al collega. I messaggi e le segreterie rimangono invariati, può ascoltare tutto tramite l’interfaccia rainbow e le casse del suo PC.

L’aspetto critico in questo caso è stato quello di gestire gli errori o i guasti che possono presentarsi in catena di montaggio. Grazie alle chiamate video abbiamo dotato i responsabili di linea di uno smartphone con installata l’applicazione rainbow. In caso di problemi l’operatore non fa altro che chiamare il suo responsabile e instaurare una chiamata video in HD. Girando la telecamera o facendo delle semplici foto può mostrare il problema direttamente a chi dovrà aiutarlo in tempo reale. Non devono nemmeno spostarsi per andare a chiamare qualcuno, basta che controllino se il collega è libero tramite l’app.

TERZO CASO RISOLTO GRAZIE A RAINBOW

Il terzo caso è stato l’ultimo in ordine di tempo ma forse il più inaspettato. Un commerciale che fa parte di un gruppo di circa 15 rappresentanti tutti provenienti da una delle zone a rischio si è trovato a non poter viaggiare per andare a visitare i propri clienti proprio nel momento peggiore, ossia la fine del mese di Febbraio. Per loro la visita è fondamentale per vendere e proporre nuovi prodotti e promozioni che incentivano l’utente finale a fare un ordine sempre più fidelizzante.

Dato che ad oggi chiunque ha un PC o uno smartphone, anche nei bar il titolare ha un telefono di questo tipo, abbiamo semplicemente abilitato le riunioni webrtc a tutti gli utenti. Da li ogni commerciale può attivare una conferenza audio e video e da li effettuare la trattativa intrattenendo anche un minimo di rapporto personale che è la caratteristica fondamentale per questo profilo di venditore.

Caratteristiche tecniche per avere un vero smart working funzionante e sicuro

Entriamo un po più nello specifico e andiamo a vedere cosa ha in più rispetto ad altre soluzioni la suite Rainbow di Alcatel-Lucent e che la sta rendendo di colpo una delle maggiori soluzioni per il lavoro in team da remoto.

Per prima cosa Rainbow racchiude nella semplicità dei suoi tre profili tutte le funzionalità disponibili ad oggi nel mercato delle comunicazioni unificate. Chiamate VoIP audio e video, chat one2one e di gruppo, scambio di file su canali criptati, condivisione dello schermo, spazio Cloud per uso personale e di gruppo. Questi sono tutti i servizi attivi di default con il profilo Essential.

Dal profilo Business le comunicazioni prendono il boost verso la vera gestione remota della propria azienda. Gli utenti Business sono connessi tramite il firewall sviluppato da Alcatel-Lucent direttamente al proprio centralino e tutte le chiamate usano protocolli di sicurezza avanzati in modo da criptare tutte le telefonate aziendali. Collegando il centralino al mondo Rainbow ogni utente avrà il numero interno disponibile su ogni dispositivo da cui farà accesso al sistema. Applicazioni su smartphone, PC fissi e portatili, Mac o semplicemente usando un browser e puntando il portale Rainbow.

Potrà quindi chiamare i colleghi direttamente al loro numero interno. Ricevere chiamate sul proprio numero interno. Chiamare clienti e fornitori ovunque si trovi usando le linee aziendali evitando così di divulgare il proprio numero di cellulare. Potrà gestire più chiamate contemporaneamente e se serve trasferire o fare una conferenza al volo durante la chiamata.

Avrà accesso alla propria rubrica personale e soprattutto a tutte le rubriche connesse al centralino in azienda. Avrà la gestione della propria messaggeria vocale e tutti i registri delle chiamate fatte / ricevute e perse sempre a disposizione.

Oltre a tutte le caratteristiche prettamente telefoniche del sistema gli utenti Business potranno registrare le chiamate audio e video one2one e mantenere un archivio organizzato nel proprio spazio Cloud personale

Il profilo Enterprise aggiunge a tutte queste funzioni prettamente telefoniche la possibilità di organizzare e gestire le riunioni audio e video fino a 30 partecipanti invitando sia chi è già presente su Rainbow sia chi non ha un account e potrà semplicemente seguendo un link entrare e partecipare alla riunione.

In più con Enterprise si possono attivare una serie di plugin ufficiali che permettono l’integrazione con il mondo Microsoft e Google per rendere ancora più facile la collaborazione e l’uso quotidiano degli strumenti informatici scelti dall’azienda, senza dover così rinunciare agli investimenti fatti in passato ma anzi valorizzando ancora di più le scelte, aumentando però i servizi a disposizione degli utenti finali.

In conclusione pensate al vostro problema e non al nome del servizio che ti vogliono vendere

Certamente l’incontro di persona non può essere sostituito da un video ma in un momento di crisi stanno riscontrando una percentuale di successi che in passato tramite le sole chiamate telefoniche o le email era impensabile andando così ad evitare una perdita di fatturato molto minore. La cosa buffa è che in queste settimane grazie ai viaggi quasi azzerati stanno anche aumentando l’utile aziendale.

Lo smart working non sarà mai la soluzione perché un team si deve costruire e deve saldarsi sempre di persona, ma in casi di necessità o per team delocalizzati una soluzione che prevede anche funzioni di smart working aiutano certamente il business a costi molto ma molto ridotti rispetto ad un servizio che vuole vendere solo la collaborazione senza poter dare in aggiunta le linee telefoniche o lo storico del lavoro fatto offline.

Ora se avete un centralino Alcatel-Lucent e volete capire come avere anche voi la possibilità spostare il lavoro anche in mobilità contattateci e vi faremo una demo gratuita di persona o se volete anche da remoto 🙂

Assistenza tecnica provider vs installatore

Il 2019 ha portato sul mercato oltre alla tecnologia Cloud per la gestione delle comunicazioni e quindi centralini software remotizzati o installati in una server farm centralizzata, anche una rinnovata offerta commerciale da parte di molti operatori telefonici in cui viene offerta l’assistenza tecnica per tutta la parte fonia inclusa nel canone mensile delle linee. Cerchiamo di analizzare insieme quando e come può essere conveniente e quando no.

Tim, Vodafone e Fastweb sono i maggiori operatori nazionali in termini di copertura e numeri di clienti attivi. Si sono concentrati nell’ultimo anno nell’acquisire clienti offrendo una copertura tecnologica anche per la parte di fonia interna. In pratica si prendono in carico la manutenzione della tua centrale telefonica, di qualsiasi marca, e il canone da pagare viene spalmato nella bolletta mensile. Un po come faceva Telecom ai tempi in cui vendeva anche gli arredi e le lampadine alle aziende mettendo tutto nel canone mensile. (non sto scherzando è vero)

Ora analizziamo un attimo il discorso tecnico “… di qualsiasi marca …” Ovviamente un operatore che deve fare grandi numeri per ammortizzare tariffe flat e canoni sempre più bassi, non può essere così focalizzato su un singolo brand o al massimo su due. Sono obbligati a prendere su quello che viene per poi girare le richieste di assistenza ad installatori sul territorio che riescano a mettere mano su una o più centrali. A loro volta le aziende del territorio spesso non sono i veri esperti di zona perché si farebbero pagare troppo e il provider non potrebbe permettersi quelle tariffe verso il cliente finale, che sei te. E allora cosa succede?

In realtà non succede niente. Il tuo centralino sarà inserito in un canone di manutenzione ma non verrà mai e poi mai toccato da nessuno fino a quando non si guasterà o avrai necessità di modifiche. In quel caso arriverà un tecnico che nella migliore delle ipotesi avrà già messo mano su un sistema come il tuo e allora sarai anche soddisfatto. Altrimenti è meglio che tu non li chiami mai.

Ok ma allora come posso avere una vera assistenza? (questo mi dovresti chiedere)

L’unico modo è cercare l’azienda di zona con più esperienza focalizzata sulla marca del tuo centralino, contattarli, conoscerli, fagli fare un sopralluogo GRATUITO e vedere se ti propongono un servizio di assistenza all’altezza. Ti elenco alcune opzioni che secondo noi non devono mai mancare e non mancano ovviamente nei contratti che facciamo ai nostri clienti:

  • numero di ticket illimitati
  • supporto hardware e software
  • backup periodico
  • analisi dei log

Questi quattro punti sono FONDAMENTALI se vuoi pagare un servizio di assistenza che ti dia sicurezza e certezza di essere al sicuro in caso di problemi o modifiche in corso d’opera. Tutto il resto è solo fumo. Avere 30 tecnici che possono intervenire non ti serve a niente se alla fine ti devi comprare a spese tue la scheda che si è guastata oppure se nessuno va mai a vedere i log e ad analizzare eventuali anomalie nel tempo che se prevenuto possono evitare un blocco o un cambio di sistema.

Quando si paga un servizio si deve valutare cosa questo servizio ti da. Se paghi e hai tanto allora hai vinto, ma se paghi poco e non hai niente stai solo buttando i soldi ma lo capirai solo quando ci sarà un problema serio e non avrai risposta da nessuno.

Ovviamente basta contattarci per avere una consulenza gratuita dal nostro team di supporto.

VLAN ID Perché è così importante nel VoIP?

Se sei qui è perché stai cercando informazioni per la configurazione delle reti Lan in un ambiente multi media in cui ci sono dispositivi VoIP per la gestione delle comunicazioni audio della tua azienda o di un tuo cliente. Partiamo subito dicendo che si, le VLAN sono IMPORTANTI per far funzionare tutto nel modo corretto, preservare la sicurezza aziendale e dare un servizio di ottima qualità agli utenti.

Andiamo solo un attimo a capire cosa sono le VLAN. Le VLAN non sono altro che una tecnologia software tramite cui gli apparati di rete come gli switch e gli endpoint, ossia i dispositivi connessi alla rete, come un telefoni VoIP o una telecamera IP, possono parlare fra di loro senza disturbare gli altri e difendendosi dal chiacchiericcio degli altri.

In pratica le VLAN regolano chi può parlare a chi, e volendo anche quando, utilizzando gli stessi apparati di rete switch e router che usate ora.

Perché sono importanti per il VoIP?

In realtà non sono importanti per il VoIP ossia, anche senza VLAN gli apparati VoIP come centralini e telefoni funzionano perfettamente. Le VLAN servono in ogni rete in cui si implementa il VoIP perché il VoIP utilizza la rete in modo molto stressante. Ogni secondo di una telefonata genera grosse quantità di dati che se non viaggiano in modo preciso e sicuro causano problemi alla comunicazione, ad esempio si sente male, saltano le parole o c’è eco e possono bloccare l’intera rete con un sovraccarico di lavoro per gli switch.

Ci sono però anche motivi di sicurezza che non derivano dall’occupazione di banda ma dalla prevenzione verso attacchi che possono causare perdite di denaro e/o informazioni riservate. Spesso gli apparecchi VoIP vengono erroneamente considerati sicuri a prescindere. Invece è tutto il contrario. Di norma le password di accesso rimangono quelle di default per anni e sono facilmente rimediabili con una semplice ricerca su google. Le porte che usano per comunicare con il server o il centralino sono porte conosciute a tutto il mondo informatico. Per ultimo ma non meno importante le chiamate sono tutte in chiaro. Le telefonate non vendono protette da protocolli di comunicazione sicuri come SSL o altri. Chiunque riesca ad intercettare una telefonata potrà in poco tempo capire tutto quello che vi siete detti e ricavarne molte informazioni personali e aziendali riservate.

Consigli

Cosa possiamo consigliarti dopo anni di installazioni e centinaia di clienti VoIP funzionanti? Semplicemente ti serve una rete dati configurata e gestita da un partner serio. Non puoi acquistare uno switch e accenderlo, fatti seguire da chi lo fa di lavoro perché tutti i soldi che spenderai in questa fase saranno risparmiati nel futuro. Progetta le reti IP partendo da subito con l’idea di sfruttare la tecnologia VLAN ID. Suddividi gli apparati di rete per tipologie e per utente finale in modo da avere gruppi di VLAN omogenei e isolati dal resto degli utilizzatori. Pensa sempre ma sempre alla sicurezza delle tue comunicazioni. Ogni apparato acceso in rete è un apparato insicuro, fai molta attenzione, le VLAN posso realmente salvarti mantenendo i costi di gestione bassi e constanti nel tempo.

Noi consigliamo switch e sistemi di comunicazione Alcatel-Lucent Enterprise ma se vuoi una consulenza per la tua rete o vuoi implementare un sistema VoIP non esitare a contattarci perché quello che fai ora te lo porterai avanti per molti anni, anche gli errori.

Centralino in CLOUD? Come perché e quando!

Cloud o acquisto cosa e perché conviene

Cloud PBX, Centralino Virtuale, VoIP, Unified Communications, sono tutti modi diversi di chiamare una tecnologia di comunicazione, pressoché usata in ambienti aziendali, che deriva però dal classico e mai morto CENTRALINO TELEFONICO.

Andiamo in ordine e vediamo come si è arrivati fino al punto di svolta dell’anno 2020, anno in cui a quanto dicono i maggiori analisti e ricercatori di tendenze, ci sarà il sorpasso tanto atteso (atteso dagli operatori telefonici sicuramente, ma dalle aziende vedremo) fra la tecnologia classica del centralino telefonico analogico, digitale o IP, installato negli uffici aziendali fisicamente in uno stanzino o meglio in un armadio, e le varie offerte di centralino virtuale in CLOUD.

Si avete letto bene CLOUD.

Negli ultimi 3 anni ti sarà capitato certamente di incontrare un’offerta per un centralino virtuale o in cloud (sono la stessa cosa a livello marketing ma in realtà significano due cose ben diverse). Credo che avrai probabilmente ricevuto la chiamata di un operatore telefonico che, fra le altre mille cose, ti voleva piazzare li un consenso per un centralino gestito da loro alla modica cifra di un caffè al giorno per utente. Wooooow solo un caffè al giorno? Più avanti analizzeremo anche i costi di massima e vedremo se questo caffè è sempre conveniente o meno.

Alt! Non voglio assolutamente dire che il centralino in cloud è il MALE. Anzi è sicuramente una realtà e per molte aziende il futuro. Però cerchiamo di capire bene le offerte e la tecnologia che c’è dietro. Perché la tua azienda dovrebbe scegliere un sistema in cloud per le comunicazioni piuttosto di acquistare un centralino e farselo installare in ufficio?

Costi Acquisto vs Cloud

I costi a lungo termine (oltre i 5 anni) sono a favore di un centralino installato in locale senza ombra di dubbio. Ma ci sono aspetti che la versione in CLOUD risolve con una facilità disarmante e a costi pressoché nulli, che lo rendono l’unica soluzione possibile per alcune realtà di oggi e di domani.

Un sistema fisico in azienda ha un più alto costo iniziale, in caso non venga acquistato a rate, in leasing o altro, in confronto ad un centralino in cloud il cui costo è spalmato per tutti i mesi di durata del contratto.

Nelle varie offerte di centralino virtuale è sempre inclusa l’assistenza tecnica per tutti i servizi presenti nel contratto. A differenza di un centralino fisico dove per avere assistenza bisogna attivare a pagamento un contratto o pagare gli interventi singolarmente.

Se ti fai il conto di quanto ti costa un centralino in cloud dopo 5 anni e quanto ti costa la stessa versione acquistata e installata in ufficio vedrai una bella differenza. In questo caso è un aspetto da valutare più approfonditamente andando anche a vedere quali sono le previsione di espansione che hai, se dovrai aprire nuovi uffici o negozi, assumere personale in loco o esterno.

Funzionalità Acquisto vs Cloud

Se acquisti un centralino moderno o aggiorni il tuo vecchio sistema ad una release attuale hai da subito tutta una serie di opzioni e funzionalità che lo rendono usabile anche nel 2020. Ovviamente apparecchi telefonici fissi e cordless in tecnologia IP. Integrazioni per gestire le chiamate fatte, ricevute e perse sia in azienda che fuori ufficio. Applicazioni per smartphone Android e iOS e infine un sistema di monitoraggio dei flussi di lavoro e dei guasti. Email di notifica e alert, segretaria telefonica, IVR e Call Center sono tutte funzionalità che se presenti e usate come si deve, aiutano e migliorano sia il lavoro quotidiano che i rapporti con i tuoi clienti, aumentando la soddisfazione e di conseguenza il fatturato.

Un aspetto che però è sempre più importante in questi anni in cui i dati sono la nuova moneta d’oro, è la possibilità di integrare le chiamate con le informazioni aziendali. CRM, gestionali e sistemi di vendita possono ricevere in ingresso il numero di chi ci sta chiamando e da li aprire finestre in cui mostrare tutti i dati interessanti o indispensabili a chi sta rispondendo alla chiamata per offrire un servizio migliore e nello stesso tempo aumentare le vendite.

Per questo tipo di connessione fra sistemi informatici e telefonici è decisamente molto più facile averla con un centralino in azienda piuttosto che in cloud. Quello che acquistiamo in cloud è spesso blindato dal fornitore. E’ lui che decide cosa offrire, come e quando. Non lo fa per cattiveria ma solo per motivi di sicurezza dell’intera piattaforma. Spesso ha già delle integrazioni disponibili a modi plug-in ma solo con i software da lui certificati. Se sei molto fortunato c’è anche il tuo sistema.

Mobile Acquisto vs Cloud

Chi di noi oggi non usa il proprio smartphone per fare o ricevere chiamate di lavoro. Inviare messaggi di testo o audio, immagini e video a colleghi, clienti o fornitori. Chi non vorrebbe in questi casi, avere la possibilità di disporre di tutte le informazioni necessarie a gestire la conversazione al meglio o almeno avere le stesse opzioni di quando siamo in ufficio?

Ecco quando si parla di Mobile si intende proprio questo. Uno smartphone, un tablet o un pc portatile oggi devono essere una estensione del proprio ufficio. Applicazioni, registri, software e tutti gli altri strumenti quotidiani dovrebbero essere disponibili anche fuori sede nel modo più semplici ma SICURO possibile. Per questo genere di realtà avere una soluzione in Cloud è certamente la soluzione migliore per due motivi fondamentali:

  • facilità di realizzazione
  • costi di utilizzo

Tutte le soluzioni in cloud vengono immesse sul mercato solo quando hanno la possibilità di fornire applicazioni per i dispositivi mobili. In un solo colpo avrete a disposizione una soluzione funzionante senza tempi di attesa, sicura e performante grazie alla facilità di utilizzo e passaggio da un dispositivo ed un’altro

Il costo poi è irrisorio per una soluzione in cloud. Potrebbe essere una licenza da acquistare per attivare le app su smartphone ma il costo si ferma li. Se invece hai una soluzione in casa allora i costi si alzano anche di molto. Devi pensare e progettare la sicurezza di rete, dovrai molto probabilmente attivare delle VPN per gli utenti remoti, gestire gli accessi al sistema e monitorare i log per prevenire problemi di attacchi. Inoltre ricordati di implementare un sistema che aderisce alle specifiche GDPR attualmente in uso.

Alla fine cosa conviene?

Impossibile da dire. Solo tu e i tuoi colleghi potete sapere cosa e come è meglio acquistare per la vostra realtà. Voglio però lasciarti alcuni spunti su cui ragione che potranno farti fare una scelta migliore:

  • azienda giovane in forte espansione (CLOUD)
  • piccola azienda con personale in movimento (CLOUD)
  • media azienda industriale o artigiana (ACQUISTO)
  • settore turismo (ACQUISTO)
  • studi legali, commercialisti, agenzie assicurative (CLOUD)
  • grandi aziende con più sedi (ACQUISTO + CLOUD)
  • multinazionali (ACQUISTO + CLOUD)

Immagino che avrai ancora molti dubbi dato che investire in una nuova soluzione di comunicazione al giorno d’oggi non è così ovvio. Siamo qui proprio per questo contattaci e ne parleremo volentieri senza costi e senza obblighi futuri.

Best practice per le tue comunicazioni al ritorno dalle vacanze

Photo by Sai Kiran Anagani on Unsplash

E si amico le ferie sono finite anche per te e prima o poi doveva accadere. Se sei come me purtroppo non avrai mai staccato del tutto e soprattutto le comunicazione con i clienti le avrai sempre tenute sotto controllo. Email messaggi in chat o chiamate del responsabile che stai seguendo da mesi sono tutti media che avrai controllato.

Se invece sei uno di quelli che quando parte stacca tutto e non vuole assolutamente avere contatti con la realtà lavorativa allora eccoti le migliori best practice che consigliamo solamente ai nostri clienti ma che oggi mi sento di dirti per migliorare il tuo ritorno in ufficio.

Seleziona le richieste più urgenti

Come primo compito al tuo ritorno devi leggerti tutto l’arretrato. Email, messaggi IM, gruppi di lavoro, commenti sui social aziendali etc … Dopo non andare subito in sbattimento. Fai una selezione delle richieste urgenti e di quelle che possono aspettare ancora qualche giorno. E’ inutile partire a rispondere a tutti e dopo 15 o 20 email arrivare al cliente più importante che hai senza avere la necessaria concentrazione o voglia per farlo.

Chiamate non risposte

Ovviamente spero che il tuo numero aziendale sia dotato di un sistema che registri le chiamate perse durante la tua assenza. Anche solo un log con la data, l’ora e il numero di chi ti ha cercato è indispensabile. Sarebbe molto più utile per te avere attiva la messaggeria vocale o la vecchia segreteria telefonica, così chi ti cercava il 14 Agosto mentre tu eri avvolto dal fumo della griglia con la birra in mano o eri all’ikea a mangiare le polpette, può lasciarti un messaggio audio che DEVI ascoltare appena rientri.

Gruppi di lavoro

Se fai parte di gruppi di lavoro in cui condividete uno spazio online per le vostre comunicazioni recupera il filo del discorso, leggiti le chat che sono state inviate. Organizza una riunione video al volo per fare il punto della situazione e ripartire chiudendo le operazioni ancora aperte e organizzando le nuove. I gruppi di lavoro sono molto utili per collaborare ma ricordati di essere sempre aggiornato su tutti gli aspetti che state seguendo.

Best Practice

Se invece vuoi andare in ferie e tornare sapendo che qualcuno ha fatto tutto il lavoro per te proprio come lo vuoi te allora hai un solo modo per rilassarti senza smettere di guadagnare soldi davanti alla griglia. I nostri clienti usano l’unico alleato possibile Oxo Connect la piattaforma di comunicazione perfetta per le PMI e per tutti quelli che vogliono dare un servizio di comunicazione ottimale anche in loro assenza.

Email di notifica per le chiamate non risposte, bot per tutte le chat a cui partecipate, assistente personale per le chiamate in ingresso configurato con la lista di clienti top e non, etc …

Non continuare a perdere tempo le prossime vacanze sono più vicine di quelle che pensi contattaci ora.

Cloud Smart Working e Piccole Imprese la ricetta per vincere

Photo by Christopher Burns on Unsplash

Diciamolo chiaramente il Cloud serve certamente alle piccole aziende per combattere nei mercati in cui le grandi corporazioni fanno il bello e il brutto tempo. Il Cloud però ha messo in luce un’arma che nessuna multinazionale può vantare: la velocità. Una piccola impresa gestita con passione e sudore dall’imprenditore e dai suoi collaboratori riesce a cambiare in un lasso di tempo talmente veloce che solo il Cloud può supportare. Quando parliamo di Cloud però dobbiamo capire cosa stiamo analizzando, quali applicazioni vogliamo portare sul Cloud e soprattutto quali processi aziendali vogliamo supportare con il Cloud.

Per una piccola o media impresa ci sono due aspetti fondamentali da gestire e che, se strutturati in modo adeguato risultano vincenti:

  • COMUNICAZIONE INTERNA
  • COMUNICAZIONE VERSO IL MONDO ESTERNO.

Nel primo campo includiamo tutti quei processi quotidiani che tengono attiva l’azienda. L’amministrazione che deve gestire i fornitori e i clienti, il reparto operativo che deve organizzarsi per realizzare ciò che viene richiesto dal cliente, i commerciali che hanno bisogno di avere sempre informazioni aggiornate ovunque si trovino per presentare i giusti prodotti. Tutte queste fasi sembrano ovvie, elementari e di poco conto ma in realtà sono la spina dorsale di ogni impresa. L’amministrazione che deve fare un DDT (documento di trasporto) per il tecnico che deve uscire ad installare non può restare ferma perché il server si sta aggiornando o ancora peggio il server non parte per un errore.

Nel secondo gruppo abbiamo invece tutte quelle comunicazioni da e verso i clienti che sono la benzina della nostra azienda. Senza le telefonate di persone che vogliono comprare da noi, senza le chiamate al servizio assistenza semplicemente le imprese non esisterebbero. Da sempre esiste nelle aziende la centralinista che si occupa, suo malgrado, di svolgere tutta una serie di operazioni quotidiane fra cui quella di rispondere a tutte le telefonate entranti. TUTTE LE TELEFONATE. Senza sosta, senza sapere con chi sta parlando, senza sapere soprattutto di cosa ha bisogno il suo interlocutore. Per fortuna hanno inventato gli Operatori Automatici, i famosi sistemi per digitare 1;digitare 2; etc. Con gli OPA si è fatto un primo passo avanti direzionando almeno i clienti verso ufficio con più pertinenza. Se hai un problema con una fattura parlerai con l’amministrazione e non con il magazzino. Se invece devi prenotare un’installazione credo che l’ufficio acquisti non sappiamo minimamente come aiutarti. Ma il vero passo successivo che rende vincente una PMI rispetto alle grandi aziende è la personalizzazione delle comunicazioni.

Sempre più persone cercano in ambito aziendale di rivivere le stesse esperienze che prova nella vita privata. Facciamo alcuni esempi: tutti i possessori di prodotti Apple sono abituati ad avere un livello di supporto e assistenza personalizzata molto alto. Tutte le persone con un alto livello di istruzione sono alla ricerca di partner precisi che rispondano in modo molto dettagliato alle richieste. Chi lavora anche in mercati esteri deve obbligatoriamente avere più gruppi per gestire contemporaneamente abitudini e legislazioni differenti. Tutto questo oggi grazie a sistemi in Cloud e a processi di Smart Working sono alla portata delle PMI.

Spazio di archiviazione in Cloud, sistemi di condivisione dei contenuti, CRM online, sistemi di comunicazione evoluti IP, applicazioni mobile di comunicazione aziendale, numero unico, supervisione e gestione della presenza dei colleghi locali e remoti, rubriche centralizzate. Questi sono alcuni degli aspetti che vanno progettati, organizzati e gestiti in una azienda che desidera vincere la battaglia del business e del fatturato.

Google Drive e Microsoft 365 sono sicuramente i migliori alleati per la collaborazione su file e documenti personali o condivisi. CRM online c’è ne sono a decine. Per la parte fonia invece il VoIP va sempre più per la maggiore purtroppo. Dico purtroppo perché è sempre più presente la convinzione che basti avere un telefono IP o ancora peggio una applicazione nello smartphone per essere davanti ad una soluzione di comunicazione innovativa e personalizzata. La sicurezza non viene minimamente presa in considerazione ovviamente in questi portali online dove in 5 minuti attivi un numero VoIP Nazionale.

Una delle poche soluzioni presenti sul mercato sicure, efficienti ed efficaci, con un investimento adatto ad una piccola impresa ma con i servizi delle grandi aziende è certamente Oxo Connect di Alcatel-Lucent Enterprise. Con l’integrazione di Rainbow Alcatel-Lucent ha chiuso il cerchio dotando ad ogni azienda la possibilità di comunicare e di farsi trovare nello stesso modo in cui aziende come la Apple o Amazon gestiscono i loro business milionari. Apparecchi telefonici progettati per la facilità di utilizzo quotidiano. Un ecosistema di applicazioni di comunicazione e condivisione privato e autogestito perfetto per crescere online e portare i fatturati ai livelli desiderati. Chat e chatbot inclusi. Ma soprattutto un nuovo modo di pensare e organizzare il modo di gestire le comunicazioni interne ed esterne.

Non si può affidare tutto l’onere di questi contatti ad una impiegata che lavora part-time. Le comunicazioni sono la benzina che può far partire e restare attiva la tua azienda, non pensare di dover solo rispondere al telefono o ad una chat.

Non continuare a perdere tempo contattaci e puoi ricevere subito:

  • una demo personalizzata dei servizi di cui parliamo
  • due account gratuito Rainbow per testare in prima persona le funzionalità di comunicazione avanzata
  • il nostro supporto gratuito per tutto il tempo della demo

Ecco perché 8232 è il Dect più venduto di Alcatel-Lucent

Dect 8232 AGAP di Alcatel-Lucent
Dect 8232 AGAP di Alcatel-Lucent

Ormai è chiaro a tutti che come in molte altre realtà a livello mondiale, alla fine dopo alcuni anni di presenza sul mercato di una gamma di prodotti, c’è sempre un unico e indiscusso vincitore. In questo caso stiamo parlando della serie di apparecchi DECT di Alcatel-Lucent rivolti al mondo aziendale e professionale. Con una base installata di milioni di dispositivi su entrambe le piattaforme di comunicazione Omnipcx Enterprise, per le medie e grandi aziende, Oxo Connect (Omnicpx Office) per le piccole e medie imprese, gli apparecchi dect 8212 / 8232 / 8242 / 8262 stano finalmente dimostrando il loro valore rispetto a soluzioni prodotte da terzi e rivolte ad una fascia a basso costo.

Vediamo nello specifico perché le aziende Italiane stanno acquistando sempre più Dect in sostituzione dei classici dispositivi low cost. Il primo aspetto emerso da una indagine sui nostri clienti è la qualità di costruzione. Utilizzando apparecchi di terze parti hanno riscontrato una percentuale di guasti molto alta. Tastiere che si rompono, display che dopo qualche mese non hanno più la stessa qualità, audio che nell’arco di 12 mesi diminuisce sensibilmente la sua potenza. Puoi capire benissimo che se devi dotare un manutentore, un capo reparto, un’infermiera o un progettista che lavora sul campo non puoi assolutamente permetterti di avere comunicazioni scarse e di bassa qualità solamente perché puoi uscire ad acquistare un dect al supermercato per pochi euro.

Il secondo punto è la qualità delle comunicazioni fra i telefoni e gli utenti interni ed esterni. Utilizzando i dispositivi Alcatel-Lucent che supportano il protocollo AGAP sviluppato proprio per comunicare con le centrali Oxe e Oxo aumenta da subito il feeling con la parte audio, diminuiscono le cadute e interruzioni delle chiamate, diminuiscono le interferenze in zone industriali, capannoni o ambienti rumorosi. Nello stesso momento si aggiungono servizi che tramite un apparecchio standard GAP non si possono avere come: audio con protocollo g726, comunicazioni criptate, localizzazione del personale, messaggi pop-up sul display, gestione delle emergenze. Un apparecchio AGAP non serve solo per ricevere e fare telefonate ma diventa un dispositivo di comunicazione generale che entra nel flusso delle procedure aziendali come fosse uno smartphone evoluto.

E finalmente arriviamo al vincitore di questa speciale classifica. Fra i quattro apparecchi Dect Alcatel-Lucent 8212 / 8232 / 8242 / 8262 il più venduto negli ultimi due anni è: 8232. I motivi semplicemente sono tre:

  • robustezza e qualità della costruzione
  • accesso alla rubrica aziendale
  • costo

Come dicevamo all’inizio se devo sostituire ogni anno 20 o 30 apparecchi perché si rompe la plastica, la tastiera non risponde più alle pressioni e l’audio è semplicemente scarso, conviene molto di più un acquistare un apparecchio che mi durerà per anni.

Il servizio che viene più usato da qualunque tipologia di utente, azienda o profilo è sicuramente la rubrica dei nomi e numeri aziendali. In un mondo in cui tutti usiamo uno smartphone e nessuno ormai ricorda più i numeri di telefono dei propri contatti, avere un apparecchio che con un semplice menù mostra la rubrica e con click permette di chiamare è il minimo servizio che un dispositivo deve offrire. Peccato che qualunque apparecchio low cost che usa lo standard GAP NON PUO’ FORNIRLO. In pratica se vuoi spendere troppo poco giustamente non hai nemmeno i servizi base per i tuoi dipendenti e collaboratori oltre che per te.

Per quanto riguarda il costo ti rimando ai nostri contatti così da porti quotare qualsiasi soluzione sia più adatta per te compresa di tutto il necessario senza opzioni nascoste o canoni o attivazioni da acquistare a parte.

Dect e Industria: perché le due cose sono collegate?

Dect e Industria ecco perché ti serve

Durante un analisi della tipologia dei nostri clienti in una riunione interna per pianificare il marketing dei prossimi tre mesi è emerso un dato interessante e inaspettato. Abbiamo aumentato del 32% le vendite di sistemi e apparecchi DECT di Alcatel-Lucent Enterprise. Oltre ad essere subito entusiasti della cosa abbiamo cercato di capirne il perché. E bene è emerso che non siamo stati poi così bravi a trovare nuovi clienti su cui vendere da zero una soluzione di comunicazione. Siamo stati molto bravi a far capire a tutti i nostri clienti nel settore industriale quali fossero i benefici nell’adottare una soluzione di mobilità interna sviluppata con tecnologia dect. Oggi voglio cercare di spiegarlo anche a te.

Partiamo dalle basi parlando di cos’è e come funziona una rete di telefonia DECT. Il dect è una tecnologia sviluppata nel lontano 1992/1993 da un gruppo di ricercatori facenti parte del RES 03 Committee. Originariamente voleva essere venduta come una rete cittadina in grado di mettere in comunicazione le persone tramite semplici telefoni portatili. Ovviamente non riuscì a reggere il confronto con la neonata tecnologia TACS la quale diede in mano un cellulare vero e proprio a molti di noi. L’idea anche se nata per motivi diversi venne subito presa in seria considerazione dai produttori di centrali telefoniche che ne intuirono le potenziali in ambito privato e soprattutto aziendale.

In pratica una rete dect non è altro che una rete gsm in miniatura. Tecnicamente funziona nello stesso modo. Ci sono celle (base station) dislocate nell’area da coprire con il segnale telefonico mobile che devono essere collegate ad una centrale la quale si occuperà di gestire la sincronizzazione di tutti i segnali e di tutte le comunicazioni. In più, proprio come le reti cellulari, è possibile muoversi all’interno della rete dect senza che il segnale perda la sua connessione mantenendo così attive eventuali telefonate in atto. In Europa le frequenze del dect vanno da 1880 a 1900 MHz attestandosi al di fuori di tutte le frequenze più comuni come il wifi e il bluetooth evitando interferenze e problemi di ricezione in mondo sempre più connesso al mobile.

8378 DECT Alcatel-Lucent

Perché allora le aziende industriali hanno apprezzato questa tecnologia e non sono passati direttamente al VoWiFi Voice over WiFi? E’ molto semplice. Implementare una rete dect connessa ad una centrale telefonica è di gran lunga molto più facile, sicuro e performante rispetto ad una rete WiFi. Ci sono due punti principali semplici e di facile dimostrazione con cui abbiamo convinto i nostri clienti: 1) raggio di copertura di una cella dect vs raggio di copertura di un access point 2) sicurezza delle comunicazioni dect vs sicurezza comunicazioni VoIP

1 Una cella dect è in grado di coprire da sola in spazio aperto un raggio che va dai 40 ai 60 metri. Un access point invece va dai 10 ai 50 metri delle reti a 2.4 GHz e 5GHz ma nella realtà molto dipende dai disturbi che ci sono su queste due frequenze. Come puoi vedere la differenza è enorme. Se devi coprire il magazzino, il capannone o il parcheggio della tua azienda capisci subito che il numero di celle dect sarà notevolmente inferiore con un evidente abbassamento dei costi di infrastruttura.

2 La rete dect e le comunicazione che passano attraverso le antenne sono tutte criptate. Magari è un aspetto a cui non hai mai fatto caso ma trasportare le comunicazioni di 10, 20, 100 o 250 dipendenti tramite sistemi mobili apre la tua azienda a qualsiasi tipo di attacco informatico. Il VoIP è per natura un sistema poco sicuro di base e per renderlo più privato necessità di molti dispositivi, certificati e hardware adatto. Avere un telefono portatile wireless che sia in grado di comunicare in modo cifrato con la centrale telefonica impone costi elevati. Tutti i dect presenti sul mercato e tutte le antenne sono invece di default configurate per proteggere le telefonate e i dati di posizione e origine degli utenti. In effetti DECT è l’acronimo di Digital Enhanced Cordless Telecommunication ed è stato pensato proprio per rendere il sistema sicuro partendo dalla base e quindi dalla rete fisica.

Essendo poi un sistema sviluppato per un uso privato e aziendale sono state introdotte molte funzionalità come la trasmissione di pacchetti dati fra i terminali dect e la centrale. Per fare un esempio pratico oggi un dect Alcatel-Lucent connesso ad una centrale OmniPCX Enterprise è in grado di leggere il log delle chiamate fatte / perse / ricevute, la rubrica aziendale con nomi e numeri, inviare la propria posizione in caso di emergenza, avere auricolari senza fili e una serie di funzioni telefoniche che sono standard per tutti gli apparecchi fissi. Se pensi ad un addetto alla manutenzione che deve essere reperibile in tutto lo stabilimento con un unico numero interno e che deve facilmente poter recuperare informazioni sulle persone da contattare, l’unico modo efficiente e sicuro per farlo è quello di fornirgli un apparecchio dect.

L’aspetto che ha riscontrato più successo nelle aziende industriali con stabilimenti e capannoni da coprire con il segnale telefonico è sicuramente la stabilità delle telefonate. Progettando la rete dect cercando di intrecciare le zone di copertura delle varie celle l’utente finale vivrà un’esperienza totalmente paragonabile alle reti GSM, che ormai da anni sono lo standard per la mobilità, con una percentuale di chiamate perse e cadute molto vicino allo zero. Di conseguenza il lavoro continuerà a scorrere veloce e preciso come deve. Non vedrai mai manutentori, tecnici e ingegneri cercare campo o chiedere di continuoù. “mi senti … non ti sento … ci sei …”.

Al secondo posto si sono piazzati gli apparecchi dect. Immagina di dare al manutentore uno smartphone touch screen da usare mentre sta facendo un intervento in un impianto idraulico con guanti e sporco unto di olio e grasso. Non credo proprio che riuscirà a contattare il supporto o il collega che lo deve guidare per trovare la valvola da sostituire. Un apparecchio dect invece attaccato alla cintura con cuffie a filo o bluetooth è di sicuro la scelta migliore. Se poi lavori in un ambiente a rischio e devi usare prodotti ATEX allora non hai proprio scelta e puoi solo affidarti ad Alcatel-Lucent Enterprise per avere tutti apparati EX resistenti a gas, polveri ed esplosioni.

Ci sono poi molte altre funzioni utili e personalizzabili in base al tipo di azienda. Ospedali, aziende chimiche, automobilistiche, produzione, energia hanno tutte bisogno di copertura e gestione dect compatibile con le normative sulla sicurezza presenti oggi nei loro settori di riferimento.

Contattaci per avere un incontro e studiare la soluzione migliore per te e la tua azienda, probabilmente il tuo vicino ha già una rete dect ecco perché riesce a fatturare più di te.

Perché i tuoi contratti di assistenza stanno sparendo

contratti di assistenza perché li stai perdendo
Photo by Fernando Venzano on Unsplash

Diciamoci la verità in un mondo di servizi offerti e venduti a canone, ossia con un costo ripetuto ogni mese che rendono le aziende dei pozzi pieni di soldi, i tuoi contratti di assistenza stanno invece diminuendo di anno in anno e di conseguenza il tuo fatturato e il tuo utile. Per prima cosa voglio solo dirti che purtroppo è una tendenza molto diffusa. Poi però voglio anche dirti la verità: stai perdendo contratti perché i tuoi clienti non sono stupidi e il tuo livello di assistenza è oggettivamente basso.

Rispondi onestamente a queste tre domande:

  • quante volte vai a visitare un cliente che ha un contratto attivo?
  • quante volte hai fatto un aggiornamento ai prodotti o servizi di un cliente con contratto attivo?
  • quante volte un cliente ha dovuto chiamarti più di una volta per risolvere un problema pur avendo un contratto di assistenza?

Lo so cosa stai pensando, perché era lo stesso modo di pensare delle mie aziende fino a qualche anno fa. “Se dovessi andare a trovare tutti i clienti con cui ho un contratto di assistenza attivo non avrei più tempo per lavorare“. Allora ti chiedo: ma se questi clienti ti pagano ogni anno un contratto di assistenza anche senza usufruirne mai, quanto ti costa andare almeno a farti vedere e a dimostrare che lo stai seguendo realmente? E poi, non venirmi a raccontare che i tuoi tecnici non sono mai li fermi a non fare niente perché allora non credo che tu dovresti leggere queste pagine.

In tutti i contratti di assistenza ci sono sempre incluse le riparazioni per eventuali guasti, gli interventi da remoto o dal cliente in caso di modifiche e in rari casi ci sono inclusi aggiornamenti software per le release dei prodotti. Pensa un attimo al PC o allo smartphone da cui stai leggendo questo articolo. Da quando lo hai acquistato quanti aggiornamenti hai ricevuto? Quanto li hai pagati? Bene i tuoi clienti così come te e me sono abituati a ricevere aggiornamenti gratuiti per un periodo di tempo abbastanza lungo. Se tu una volta venduto un prodotto smetti di aggiornarlo e in più chiedi soldi per dare supporto e assistenza capisci subito che nella testa del tuo cliente lo stai fregando. E ti svelo un segreto: HA RAGIONE. Tu pagheresti un idraulico per avere un contratto di assistenza se dopo averti installato la caldaia non si facesse mai più vedere?

Veniamo al punto più interessante e a cui tengo di più. In azienda avete un processo tale per cui in caso di chiamata di assistenza i tuoi clienti non debbano telefonarti più di una volta o debbano restare in attesa per minuti e minuti senza mai avere risposta trasferiti da un interno ad un’altro come in un imbuto infinito. Spero tanto di si altrimenti amico partiamo proprio male. Il centralino che ti hanno installato e venduto senza che nemmeno tu sapessi cosa fosse è invece il tuo miglior alleato per mantenere e aumentare i contratti di assistenza attivi di anno in anno. Si proprio quel pezzo di ferro che hai nel magazzino o sotto la scrivania. Come dicevamo giorni fa se vuoi puoi avere un assistenza personale per ogni tuo cliente in modo da dare quella qualità in più che tutti, compreso te, ti aspetti in caso di acquisto del servizio di supporto.

IVR e Operatore Automatico, Call Center, Call Routing, Direttore Segretaria, Gruppi di Pickup e Gruppi di Risposta sono tutti servizi che il tuo sistema telefonico deve avere e che devi configurare in base alle tue necessità e non lasciare in mano a chi ti ha installato tutto per poi sparire per sempre. In Cloud o nei tuoi uffici non importa, sono i servizi che offri ai tuoi clienti ad essere indispensabili. Se sei una piccola azienda probabilmente avrai la necessita di avere una soluzione di Unified Communications così da poter ricevere le chiamate e i messaggi anche quando te e il tuo team siete fuori ufficio. Se invece hai più sedi allora un sistema di conferenza audio e video con gruppi privati per chat e discussione dei progetti potrebbe risolvere molti problemi nella condivisione delle informazioni private e strategiche per smettere di usare email e perdere così il senso del discorso.

Uno strumento fondamentale per ogni azienda è il sistema OmniPcx Office / Oxo Connect di Alcatel-Lucent Enterprise che racchiude servizi di risposta, messaggi personalizzati, apparecchi digitali e IP, Call Center, IVR e tutto quello di cui un’azienda che vuole fatturare ha bisogno.

Come si configura la rubrica aziendale nel tuo centralino OmniPcx Office e Connect Alcatel-Lucent

configurare rubrica aziendale nel omnipcx office di alcatel-lucent

Se c’è una funzionalità INDISPENSABILE per ogni azienda è quella di sapere con chi si sta parlando al telefono senza doverlo chiedere ogni volta. Ci sono diversi motivi per farlo. In primis siamo nel pieno dell’era degli smartphone e social network dove tutti ormai veniamo riconosciuti tramite una foto e solo dopo dal nostro nome e cognome o il nome della nostra azienda. Secondo se vuoi offrire un servizio di assistenza che rimanga nella mente del tuo cliente come un servizio di eccellenza da consigliare a tutti, allora il minimo che puoi fare è rispondere al telefono riconoscendo la persona che chiama e gestendo il supporto senza chiedere più volte le stesse informazioni.

Ti rassicuro subito non stiamo parlando di implementare un call center, un IVR o il riconoscimento vocale. Niente dal genere. Anche se un call center per chiunque offra un servizio di assistenza è decisamente consigliato. No stiamo parlando della semplice RUBRICA AZIENDALE con tutti i nomi e i numeri dei tuoi clienti e fornitori. In questo modo basterà vedere il nome che compare sul telefono per ricevere al meglio la telefonata entrante e salutare in modo cortese e proattivo la persona che ha bisogno del nostro aiuto o del nostro prodotto.

Ma entriamo nello specifico. Andiamo a vedere come si configura, si aggiungono o modificano numeri e nomi in uno dei centrali più popolari nelle aziende italiane: OmniPCX Office / Oxo Connect di ALcatel-Lucent Enterprise.

Ci sono due modi per farlo:

  1. tramite l’interfaccia del telefono principale detto anche PO (posto operatore)
  2. tramite il software di gestione OMC collegato alla centrale tramite la rete LAN aziendale

Partiamo dal primo. Per entrare in configurazione dal telefono posto operatore basta seguire passo passo la guida qui sotto.

Oxo programmazione rubrica generale da posto operatore

Se invece il vostro fornitore vi ha installato il software di gestione del centralino OMC collegatevi tramite la rete LAN usando le credenziali di amministratore entrando nel menù AVANZATE

omc connessio al centralino

Da qui il gioco è fatto perché basta cercare nel menù l’opzione NUMERI BREVI COLLETTIVI e andare ad inserire i numeri e i nomi dei vostri clienti e fornitori. Facendo così ogni volta che verrete chiamati e che chiamerete un numero presente nella vostra lista sul display del vostro telefono verrà mostrato anche il nome.

omc configurazione numeri brevi

Ecco fatto in due minuti hai gestito la tua rubrica aziendale e potrai accogliere i tuoi clienti nel modo giusto pensando sempre e solo al tuo obiettivo. Aumentare il fatturato e aumentare gli utili.

Se il tuo centralino non gestisce questo tipo di rubriche o vuoi una consulenza per capire come attivare la gestione delle chiamate entranti contattaci gratuitamente e ne parliamo.